Mercoledì 22 Novembre 2017

Abbiamo 30 visitatori e nessun utente online

 

 

 

Mi ricordo quando il mio pediatra americano non ci ascoltò nonostante avessimo espresso le

nostre preoccupazioni che Jordan era sordo.

 

Mi ricordo il momento in cui mi hanno confermato che era sordo in una lingua che non era la

mia e che mi hanno fatto sentire ignorante perchè la lingua non capivo.

 

Mi ricordo di aver ripetuto ogni parola almeno 100 volte prima che entrasse a far parte del

inguaggio di mio figlio.

 

Mi ricordo di essere rimasta fuori della scuola materna a piangere come una disperata

cosciente del fatto che Jordan era lì dentro quella scuola a disperarsi in mezzo ai bimbi udenti

che non riusciva a capire.

 

Mi ricordo quando gli insegnanti della scuola materna mi hanno consigliato di trattenerlo un altro

anno perchè secondo loro era potenzialmente pericoloso.

 

Mi ricordo quanto ho lottato per insegnargli a leggere quando aveva quattro anni, in modo che

lui sarebbe stato avanti prima di entrare alla scuola elementare....in questo modo, avrebbe

potuto compensare le sue lacune nelle competenze linguistiche.

 

Mi ricordo quando i miei genitori, più volte, mi hanno chiesto quando avrebbe imparato a parlare

l'inglese mentre nel frattempo stavo già lottando per insegnargli l'italiano.

 

Mi ricordo quando un membro della famiglia mi ha detto che stavo per distruggere mio figlio, nel

momento preciso in cui gli dissi che ero in cinta di Sofia Madyson.

 

Mi ricordo quando Jordan ha gettato una sedia dall'altra parte della stanza, frustrato perchè un

altro bambino aveva colpito il processore dell'impianto cocleare...e lui aveva avuto così tanta

paura che non sapeva cosa fare.

Mi ricordo quando...

 

Jordan ha cantato per la prima volta in un coro

Jordan ha suonato la sua chitarra davanti ad un pubblico di cinquanta persone

Jordan ha parlato di ciò che significa per lui essere sordo davanti a 200 persone

Jordan ha vinto un premio per un tema che ha scritto su ciò che significa essere sordo

Jordan ha parlato con la mamma di un altro bimbo nato sordo per aiutarla

Jordan mi chiese di aiutarlo a trovare una ragazza

Jordan ha giocato a nascondino e ha sentito il bambino contare

Jordan mi disse: "Mamma, mi vuoi rispondere...ma sei sorda?"

 

Tutto questo ...grazie all'impianto cocleare ed un impegno quotidiano basato sull'amore di un

figlio.

 

Login

Area privata riservata utenti impianto cochlear

Per entrare nell'area privata devi essere registrato. Per registrarti usa il form nella sezione dedicata ai testimonial link (REGISTRATI)